Addio al Nubilato Shop

LITE INSIGNE - SARRI: L'EPISODIO CHE SI E' VERIFICATO A FINE PARTITA

21/01/2018

Il Napoli vince a Bergamo contro l'Atalanta e lancia un segnale chiarissimo al campionato perché ha battuto una bestia nera giocando da capolista (ha sofferto, mai ha rischiato, ha piazzato la zampata decisiva con Mertens) e tenuto così a debita distanza la Juventus che confidava nella trappola nerazzurra per effettuare il sorpasso. Così non sarà: anche superando il Genoa nel posticipo i bianconeri resteranno a -1 dalla capolista e toccherà ancora inseguire. Mertens protagonista di giornata, il belga non segnava da 910 minuti e ha interrotto il digiuno in una delle gare più delicate della stagione – anche perché arrivava subito dopo la sosta – e sfiorato il raddoppio.

Il ‘vaffa' di Insigne a Sarri
Unica nota stonata, il ‘vaffa' di Lorenzo Insigne nei confronti del tecnico, Sarri, al momento della sostituzione avvenuta nel secondo tempo. Quando il ‘magnifico' vede che è il suo numero quello che compare sulla lavagnetta elettronica la prende male e ha un gesto di stizza. Voleva restare in campo e guidare l'assalto ma viene richiamato in panchina per Hamsik, escluso dalla formazione titolare per l'influenza che lo aveva tenuto lontano dal campo in settimana. Zielinski prende la posizione del '24' azzurro, il capitano va a creare maggiore densità in mediana per tamponare la reazione dell'Atalanta.


Il tecnico lo rimprovera poi l'abbraccio a fine partita

E' il minuto 74 e dinanzi alla telecamera Insigne proprio non riesce a tenere a freno la lingua e si lascia andare a una contestazione piuttosto evidente. Borbotta qualcosa, mette il braccio davanti alla bocca credendo che il labiale potesse essere mascherato ma quel ‘vaffa' pronunciato nei confronti dell'allenatore non sfugge all'obiettivo. Così come non sfugge all'obiettivo la reazione immediata e decisa di Sarri: "Sta zitto e vatti a sedere", intima il tecnico al calciatore. Uno sfogo dovuto evidentemente alla trance agonistica: a fine partita infatti i due hanno chiarito e si sono abbracciati. Il nervosismo e l'importanza della posta in palio possono fare brutti scherzi.

 Normali cose di campo perché voi non avete le telecamere durante gli allenamenti. Io e lui litighiamo e facciamo pace 3-4 volte alla settimana, quindi tutto normale.
 

Acquista spazio pubblicitario su Io Vivo A Roma
Altri post di Io Vivo a Roma
Una guida per la tua festa di compleano a Roma - 03/07/2019
Stai pianificando un evento a Roma? Sul nostro sito abbiamo i migliori locali dove organizzare una festa di compleanno, disposti in modo da rendere la prenotazione estremamente semplice. Basta...
Cosa fare a Roma per il Capodanno 2020? - 26/06/2019
Il Capodanno è una delle festività più attese durante il corso dell'anno dalla maggior parte delle persone. Si tratta di un giorno molto speciale, che nella nostra mente...
Psicologo Mutuabile Roma cosa fare per prendere appuntamento - 27/05/2019
Tendiamo a pensare che lo psicologo sia poco importante per il nostro benessere. C'è l'idea che altri problemi di salute debbano essere risolti prima e lasciamo per ultime le cure per la...
Cosa vedere a Roma - 10/01/2017
Non esiste viaggiatore al mondo che possa dirsi davvero tale senza aver visitato almeno una volta la capitale d’Italia. Roma è infatti una meta importantissima per chi sogna di vedere...
Comunicazione h24
Feste private a Ostia - 13/06/2019
Le feste private a Ostia? Semplicemente una delle opportunità più preziose, soprattutto adesso che il sole ha fatto capolino  Sono tanti i motivi per i quali dovresti organizzare...
Psicologa a Roma? Dr.ssa. Lancia - 12/06/2019
La dottoressa Lanca, la psicologa a Roma La vita è un’esperienza bella, ma allo stesso molto complessa, per tutta una serie di motivi pratici ma soprattutto emotivi e...
Il portale per la tua festa di Cresima - 05/06/2019
L'organizzazione di una festa è sempre un momento molto stressante nella vita di chi si appresta a doversene occupare. Sono svariati i punti da tenere in considerazione se ci si vuole...
Installare un condizionatore nel centro storico di Roma come si fa - 04/06/2019
I condizionatori d'aria sono entrati nelle nostre case. difficile pensare di affrontare la bella stagione, il caldo afoso, temperature che arrivano anche a 40 gradi, senza l'aria condizionata. Il...
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.