Addio al Nubilato Shop

RAGAZZO GHANESE AGGREDISCE I PASSANTI CON IL PICCONE: MORTO UN UOMO, FERITI ALTRI 5 - FOTO

E' morto uno dei cinque uomini aggrediti questa mattina a colpi di piccone. La vittima si chiama Alessandro Carolè. Gli altri quattro sono feriti. Secondo quanto emerso, si tratta del gesto di un folle, un uomo di origini ghanesi, Mada K., già fermato dai carabinieri: le aggressioni e i ferimenti sarebbero avvenuti infatti casualmente, per strada, senza alcuna motivazione apparente.
E' accaduto poco dopo le 6.30 del mattino in un quartiere periferico di Milano quando l'uomo ha cominciato a colpire i passant trovati in strada a quell'ora. 

Il giovane ghanese fermato ha precedenti penali e non risulta in regola con i documenti. Era stato foto-segnalato nel 2011, in Puglia, e intimato all'espulsione. Secondo indiscrezioni, successivamente sarebbe stato identificato durante un normale controllo circa un mese fa a Milano. 

L'uomo deceduto, alla clinica della Città Studi dove era stato trasportato, era apparso subito in condizioni disperate. Si tratta di un 40enne, colpito da una picconata alla testa in piazza Belloveso. Tra gli altri quattro feriti ci sono un 64enne colpito al capo e un 21enne, colpito più volte alla schiena, forse mentre cercava di scappare.

Parroco: "Sconcerto tra la gente" - "Le persone che ho sentito dicono che si tratterebbe del gesto di un folle, ma sono commenti del momento, certo sono tutti sconcertati ma di più non saprei dire, ho avuto frammentarie notizie dai miei parrocchiani": lo ha detto il parroco della chiesa di S. Martino in Niguarda, che si trova in piazza Belloveso, nei pressi del luogo dell'aggressione. "Io stamani - spiega il sacerdote - quando sono sceso dall'abitazione per aprire la chiesa ho sentito le sirene di polizia e carabinieri. Poi alcuni parrocchiani mi hanno detto che c'era stata questa cosa, si sono formati capannelli di persone che commentavano l'accaduto. Certo c'era un po' di preoccupazione tra i miei parrocchiani ma adesso la situazione è sotto controllo".

La ricostruzione degli investigatori - Mada "Adam" Kabobo, il ghanese irregolare e senza fissa dimora di 21 anni che stamani, a Milano, ha ferito tre persone (una delle quali poi è deceduta) ha infierito sulle vittime con folle ferocia. Il particolare è emerso dalle testimonianze raccolte dai carabinieri intervenuti sul posto, che lo hanno immobilizzato e fermato. L'uomo, irregolare e con precedenti, che era in evidente stato di alterazione, ha agito in modo seriale, ferendo gravemente i tre passanti in tre strade limitrofe in appena 10 minuti. Su almeno due delle tre ha agito colpendo con ferocia, anche dopo che le sue vittime erano riverse a terra. In particolare, nel caso dell'uomo ferito in piazza Belloveso (poi deceduto in ospedale) ha infierito con quattro colpi alla testa, che hanno causato la rottura della teca cranica, e un colpo all'addome. Il ferito più giovane, aggredito in via Monte Rotondo, è stato colpito tra spalle, collo e testa. Anch'egli versa in condizioni gravissime. Prima di allontanarsi l'omicida ha portato via cellulari e portafogli, ma secondo gli investigatori è poco probabile che una tale violenza si possa inquadrare con un movente legato alla semplice rapina.

Feriti ricoverati al Niguarda - E' in camera operatoria sottoposto a un intervento neurochirurgico per gravi lesioni vascolari-cerebrali, uno dei feriti nell'aggressione di questa mattina a Milano. Lo rende noto Niguarda, precisando che nello stesso ospedale è ricoverato un altro paziente con diagnosi di trauma cranico e facciale con fratture in prognosi riservata. Un terzo paziente è stato dimesso dopo essere stato visitato per trauma minore a un arto superiore.
Acquista spazio pubblicitario su Io Vivo A Roma
Altri post di Io Vivo a Roma
LUTTO NELLO SPETTACOLO - GRANDE DOLORE PER LA SUA MORTE: ERA AMATISSIMA DA TUTTI - 21/06/2017
Il mondo della moda ha dovuto dire addio ad un’altra grandissima donna che ha portato il Made in Italy negli armadi delle donne più eleganti. Dopo la morte di Laura Biagiotti, abbiamo...
ROMA - GRANDISSIMO INCENDIO, PAURA TRA I RESIDENTI PER LA FITTA NUBE NERA: ''TEMIAMO SIA TOSSICA'' - 20/06/2017
Fiamme su via Pontina all’altezza dell’ex campo nomadi di Tor de Cenci.  Sul posto tre squadre dei vigili del fuoco, carabinieri, polizia e Protezione Civile. Da una prima...
MARCO PRATO SUICIDA IN CARCERE: IL KILLER HA INFILATO LA TESTA IN UN SACCHETTO: HA LASCIATO QUESTO BIGLIETTO - 20/06/2017
Si è tolto la vita nella cella del carcere di Velletri (Roma), in cui era detenuto, Marco Prato, accusato dell'omicidio di Luca Varani, il ragazzo ucciso della capitale nel marzo del 2016...
IL CANE VI LECCA SPESSO? NON IMMAGINATE COSA SUCCEDE: UNA SCOPERTA INCREDIBILE - 14/01/2017
Cane che lecca ci aiuta nella salute: la scoperta ha dell’incredibile – C’è chi non lo sopporta molto, c’è chi invece lo ritiene anti igienico, ma...
Royal Art Cafè
TI PUZZANO I PIEDI? IL RIMEDIO NATURALE C'E'. ECCO COSA NON DEVI FARE - 14/01/2017
Con l’arrivo dell’estate, si comincia a sudare di più e a farlo sono tutte le parti del corpo. Comprese i piedi. La bromidrosi plantare, cioè la classica puzza di...
DIMAGRIRE SENZA IL MINIMO SFORZO: ORA SI PUO'. ECCO COSA DEVI FARE PRIMA DI ANDARE A DORMIRE - 14/01/2017
Dimagrire, dimagrire, dimagrire. E’ questa la parola d’ordine prima dell’estate. Un’alimentazione sana ed equilibrata e praticare una costante attività fisica sono alla...
NELLA BARBA CI SONO GLI STESSI BATTERI DEL WC - 14/01/2017
Le barbe folte e incolte possono contenere gli stessi batteri di una toilette. Lo rivela un sorprendente studio privato (basato su un piccolo campione di dati, quindi non scientifico) del...
ECCO COSA SUCCEDE SE DORMIAMO SUL LATO SINISTRO DOPO AVER MANGIATO - GUARDA - 14/01/2017
I monaci antichi dopo ogni pasto si coricavano soltanto 10 minuti ed era quello che bastava per alleggerire tutta la digestione, come mai? La più antica medicina orientale (ayurvedica ed...
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.